Ministero dello Sviluppo Economico
Fondo di Garanzia. L'intervento pubblico di garanzia sul credito alle PMI italiane
Informazioni sul gestore del Fondo di Garanzia
 

 

 
 
 

 

 

News

14/12/2015
Aggiornamento delle Disposizioni operative

Sono in vigore le nuove Disposizioni operative approvate ai sensi del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 19 novembre 2015, come previsto dall’apposito comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 286 del 9 dicembre 2015.

Inoltre, con riferimento ai settori ammissibili all’intervento del Fondo e alla priorità di istruttoria per le operazioni a fronte di finanziamenti “Nuova Sabatini”, sono in vigore le integrazioni alle citate Disposizioni, previste dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze del 29 settembre 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 288 dell’11 dicembre 2015.

Tra le numerose modifiche apportate si segnalano, a titolo indicativo, la definizione dei requisiti per la concessione della garanzia nel rispetto delle condizioni previste dal Regolamento UE n. 651/2014 che fa venire meno l’applicazione del Regolamento de minimis all’intera operatività del Fondo; l’ammissibilità di settori precedentemente esclusi con particolare riferimento a siderurgia, industria carboniera, costruzione navale, fibre sintetiche, industria automobilistica e trasporti; l’estensione dell’intervento a favore delle imprese di autotrasporto su finanziamenti per l’acquisto di mezzi e altre attrezzature di trasporto, esclusivamente ai sensi del citato regolamento 651/2014.

Le nuove disposizioni prevedono ulteriori integrazioni e chiarimenti riguardanti attività, operazioni e beneficiari finali ammissibili, soggetti richiedenti abilitati, termini e modalità riguardanti pagamento commissioni, attivazione, accordi transattivi e prolungamento della garanzia in caso di inadempimento o temporanea difficoltà.

Si segnala infine che le richieste di garanzia del Fondo relative a finanziamenti nuova Sabatini saranno valutate in via prioritaria rispetto alle altre operazioni.

Circolare n. 18/2015

Disposizioni operative