Ministero dello Sviluppo Economico
Fondo di Garanzia. L'intervento pubblico di garanzia sul credito alle PMI italiane
Informazioni sul gestore del Fondo di Garanzia
 

 

 
 
 

 

 

News

05/07/2013
Al via l'operatività del "Piano della Trasparenza"

Diventa operativo il "Piano della Trasparenza". E' stata di conseguenza aggiornata la modulistica (on line e cartacea) per l'ammissione al Fondo, inserendo una sezione nella quale banche e confidi devono comunicare se hanno tenuto conto della natura del garante di ultima istanza del Fondo nel calcolo dell'assorbimento patrimoniale e dichiarare il vantaggio riconosciuto all'impresa grazie all'utilizzo della garanzia pubblica.

Queste informazioni, al pari di quelle relative alle condizioni economiche applicate al finanziamento, devono essere comunicate con la richiesta di ammissione e, in caso di domande presentate prima della delibera dei soggetti finanziatori o dell'eventuale erogazione, devono essere successivamente confermate o rettificate in sede di comunicazione della concessione, del perfezionamento o dell'erogazione dell'operazione.

In base al Piano della Trasparenza, banche e confidi dovranno anche inserire nella loro modulistica (fogli informativi, moduli di richiesta del finanziamento o della garanzia del confidi) l'indicazione sulla possibilità per le imprese di richiedere l'intervento del Fondo, specificando che, in caso di richiesta da parte dell'impresa, verrà valutata l'ammissibilità alla garanzia; dovranno inoltre inserire nella home page del proprio sito un banner denominato "Fondo di garanzia per le PMI del Ministero dello Sviluppo Economico (legge 662/96)", linkato al sito www.fondidigaranzia.it.

Circolare MCC n. 648 del 5/07/2013